non fare ad alcun essere vivente ciò che non vorresti fosse fatto a te...

Animalismo

Cuneo, finanziere muore assiderato in un canale per salvare un capriolo

La vittima aveva 27 anni. Necessario l'abbassamento dell'acqua nel letto del canale per individuare il cadavere

MONDOVÌ (CUNEO) - Un finanziere di 27 anni, Roberto Valdata, è stato trovato morto in un canale nell'oasi naturalistica di Crava-Morozzo (Cuneo). A trovare il corpo, martedì mattina, sono stati i carabinieri. L'incidente è avvenuto lunedì, nel giorno di riposo della vittima, che apparteneva anche al gruppo di Soccorso Alpino. Ma solo martedì è scattato l'allarme, quando il cane della vittima è stato notato dai carabinieri mentre abbaiava disperatamente attorno all'auto del finanziere. Il corpo è stato trovato vicino ad una diga e alla carcassa di un capriolo, una circostanza che fa supporre che Valdata avesse cercato di soccorrere l'animale. Il finanziere viveva a Beinette (Cuneo) e faceva parte della Guardia di finanza di Cuneo.

LA RICOSTRUZIONE - Secondo la ricostruzione dei colleghi del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Cuneo, Valdata, nonostante fosse fuori servizio, si è recato ugualmente in caserma a prendere «Upi», un cane lupo di circa un anno di cui era l'addestratore. Partiti nella tarda mattinata, i due si sono diretti all'oasi naturalistica di Crava a Morozzo dove il finanziere voleva addestrare l'animale. Parcheggiata l'auto, l'appuntato si è diretto con l'animale verso il fiume Pesio che attraversa l'area protetta. Da qui in poi non è chiaro cosa sia successo. Forse per un malore o per un terribile incidente, il militare è caduto in acqua. Il fatto che il corpo di Valdata sia stato trovato vicino al capriolo morto lascia aperta la possibilità che l'uomo possa essere morto nel tentativo di salvare il capriolo. Il corpo dell'appuntato è stato trovato martedì mattina, intorno alle 6, dai vigili del fuoco del Comando provinciale dopo che da lunedì sera e per tutta la notte carabinieri e finanzieri avevano setacciato tutta la zona. È stato necessario l'abbassamento dell'acqua nel letto del canale da parte dei tecnici dell'Enel per individuare il cadavere. È probabile che il cane abbia assistito all'episodio. È tornato alla vettura dov'è stato notato da una donna di passaggio che, vedendolo nella stessa posizione dapprima alle 15 e poi alle 23, ha dato l'allarme ai carabinieri.



dal sito del Corriere della Sera


334 1051030

Se vedi un cane abbandonato

in autostrada

Il tuo sms sarà inoltrato alla sede più vicina della Polizia Stradale che attiverà le necessarie operazioni di emergenza.

Ricordati di specificare la località, la direzione di marcia e l’ora dell’avvistamento.

Più dettagli saranno inviati e più facile sarà intervenire.


Adotta un Cane (e qualche Lupo)!